Relazione Morale del Presidente

In questa mia prima relazione dell’Associazione Avis Comunale di Grotte – OdV, che sta per festeggiare il suo primo anno di vita associativa, prima ancora di entrare nel merito della stessa, in qualità di Presidente sento di dover ringraziare dal più profondo del cuore tutti coloro che hanno contribuito con le loro scelte e con il loro agire, offrendo le loro proprie capacità intellettive, o,semplicemente, mettendosi a disposizione o donando il loro materiale o mettendo a disposizione le semplici braccia. Per cominciare inizierei dal nostro caro Signor Sindaco, il Prof. Alfonso Provvidenza, a seguire ringrazio tutta la sua Giunta Esecutiva e non ultimo il Presidente del Consiglio Comunale.

Tutti insieme hanno contribuito a mettere la prima pietra di quella, che mi auguro sarà una stabile e duratura costruzione che con orgoglio lasceremo ai nostri giovani figli. Continuerei ringraziando anche tutti gli altri che si sono spesi per la buona riuscita della nostra importante, duratura e nobile scelta, quella di costruire attorno ad un nocciolo duro iniziale una costruzione stabile e dalle fondamenta profonde, visto che le nostre origini partono da molto lontano, diciamo orientativamente dagli inizi degli anni Ottanta.

In quegli anni nasceva l’ADAS che cercava di ramificarsi in provincia, arrivando a radicarsi anche a Grotte. Da noi subito ha raccolto tante e tante adesioni che si sono tramutate in tante e tante sacche di sangue che tutte le volte prendevano la strada di Agrigento non lasciando niente sul territorio grottese. La non presenza sul territorio degli Organismi direttivi e la non permessa partecipazione alle scelte di indirizzo dell’associazione a poco a poco hanno fatto stancare i donatori grottesi, tanto che il malcontento dapprima tenue è diventato sempre più forte, ma nel contempo si è trasformato in un qualcosa di positivo, in voglia di costruire, di fare, di dare, una volontà che si è radicata in tutto il territorio comunale, alimentata e cresciuta, grazie a quel nobile sentimento della solidarietà, del rispetto reciproco, dell’amore fraterno e di Volontariato in genere, che distingue la cittadina di Grotte da tante altre realtà che serenamente sonnecchiano.

Da quella fatidica data del 24 marzo 2019, ne abbiamo fatto di strada.

Abbiamo conosciuto da subito la parola “burocrazia” e abbiamo dovuto avanzare nel nostro cammino a piccoli passi.

Il donatore deve essere rispettato, coccolato, tenuto nella giusta considerazione, controllato almeno una volta l’anno e principalmente accompagnato nella vita associativa con incontri sistematici di discussione, conviviali e magari qualche gita sociale, che di certo è uno dei momenti aggreganti per eccellenza.

Un punto altrettanto importante è lo stare in mezzo ai giovani, con loro si dialoga si aprono discussioni e li si accompagna nella libera scelta di diventare: donatori di sangue e di iscriversi all’AVIS Comunale di Grotte. Tutto questo ci si augura dovrà portare al normale ricambio generazionale.

Noi, dicevo, con la nostra determinazione e caparbietà siamo nati e stiamo crescendo a vista d’occhio ogni giorno sempre di più. Queste doti sono perfettamente riscontrabili in tutti i nostri Soci donatori, che per adesso non essendo ancora funzionante il Punto di Raccolta di Grotte si sacrificano parecchio, infatti per donare il sangue si recano o all’Ospedale di Canicattì o a quello di Agrigento oppure si recano presso la Unità di Raccolta di Campobello di Licata. Come si può notare la scelta di donare il sangue per i ragazzi dell’Avis di Grotte fino adesso ha comportato un sacrificio abbastanza oneroso. Speriamo nei prossimi mesi di poter dare inizio ai lavori di messa a norma, secondo la check-list regionale in modo che quanto prima possibile si possa donare il sangue nel nostro PdR in Via Francesco Ingrao 92/94.

Ad 31 dicembre 2019 i Soci che hanno dato la propria disponibilità a donare il sangue per l’Avis Comunale di Grotte OdV sono: 145; quelli che hanno già effettuato almeno una donazione di sangue sono: 5 al Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Canicattì, 6 al Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Agrigento e in 43 sono andati ancora più lontano all’Unità di Raccolta di Campobello di Licata per un Totale di 54 sacche di sangue; mentre i soci collaboratori sono: 4. Naturalmente ci si augura che queste cifre, una volta che inizierà a funzionare il PdR, possano fin da subito moltiplicarsi per magari raggiungere quell’obiettivo auspicato delle oltre 25 donazioni mensili.

Questi numeri che sono piccoli, sono sicuro che cresceranno in maniera esponenziale quando avremo il nostro PUNTO DI RACCOLTA. In noi c’è la certezza della nostra crescita perché noi agiamo con il cuore sincero, senza retro pensieri o tornaconti vari, procedendo con il viso alto, sicuri di avere fatto in toto il nostro dovere, dando sempre il massimo di noi, senza chiedere e pretendere mai niente

Naturalmente ci auguriamo che la nostra avventura presso il nostro PdR possa iniziare al più presto possibile e con quel grande entusiasmo che giustamente tutti ci auspichiamo.

Ora è giusto analizzare in maniera analitica il nostro percorso che abbiamo intrapreso fin dal 24 marzo del 2019, quando c’è stato il nostro atto di nascita con l’Atto Costitutivo alla presenza dei Sigg. Salvatore Calafiore Consigliere Regionale dell’Avis e Presidente Provinciale dell’Avis di Palermo, Salvatore Ciaccio Presidente Provinciale dell’Avis di Agrigento ed Amedeo Avanzato Presidente dell’UdR Avis di Campobello di Licata, da cui noi dipenderemo. Dopo quella data (24 marzo 2019) tanta strada è stata fatta:

abbiamo trasmesso la nostra pratica di iscrizione all’Avis Nazionale, che è stata accettata e siamo stati riconosciuti a tutti gli effetti di legge, facenti parte della grande famiglia dell’Avis e ci è stato assegnato il seguente codice identificativo (deliberazione d’assenso all’istanza d’adesione: Consiglio del 17 maggio 2019) (codice di registrazione nel Libro Soci Persone Giuridiche di AVIS Nazionale: C SIC AG 4817),

abbiamo trasmesso all’Assessorato della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro di Palermo (Dipartimento Regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali – Servizio 6°- “Terzo Settore, Volontariato, Servizio Civile, Pari Opportunità” Via Trinacria n. 34/36 Palermo) la nostra richiesta di iscrizione nel Registro Generale Regionale delle associazioni di Volontariato e questo è avvenuto il 02 ottobre 2019 con il Decreto n. 1669;

subito dopo ci siamo attivati con il Comune di Grotte ed abbiamo richiesto l’assegnazione del locale (Particella 1204 Sub 27) dello stabile di Via Francesco Ingrao n. 92/94. Il Sig. Sindaco, Prof. Alfonso Provvidenza e tutta la Giunta Esecutiva nella seduta del 09 dicembre 2019 con la deliberazione  136 ci hanno concesso, secondo le norme del Regolamento Interno lo stabile richiesto e subito dopo il 22 dicembre abbiamo firmato la convenzione;

abbiamo presentato al Dirigente Scolastico dell’I.C. “Angelo Roncalli” di Grotte la richiesta di inserimento nel PTOF d’Istituto per l’a.s. 2019/2020 del nostro Primo Concorso “Il dono più importante … il dono del sangue” per mezzo del quale vogliamo raggiungere tutte le famiglie degli alunni delle scuole dell’obbligo di Grotte e Comitini;

poi ci siamo dati da fare per avere dall’Ing. Lillo Chiarenza la relazione con il computo metrico per i lavori da effettuare per rendere a norma lo stabile secondo la checklist regionale e abbiamo richiesto un prestito alla Banca Prossima di Agrigento per un valore di € 10.000,00 (diecimila/00);

abbiamo iniziato il giro delle Aziende locali, degli Esercizi Pubblici e della gente sensibile per il reperimento di somme adeguate ad iniziare i lavori;

in mezzo a tutto questo, abbiamo effettuato n. tre raccolte di offerte in occasione di funerali;

su invito dell’Avis Nazionale ci siamo messi a disposizione della grande macchina che si chiama Telethon (che si occupa principalmente della ricerca delle malattie rare) ed abbiamo avuto la possibilità di raccogliere – grazie ancora alla grande sensibilità del popolo grottese – la ragguardevole cifra di €. 1.188,00 (millecentoottantaotto/00), che prontamente è stata inviata tramite bonifico bancario all’indirizzo comunicatoci quale centro di raccolta.

Alla fine di questa mia relazione ho voluto inserire il punto sulla raccolta delle sacche di sangue e subito debbo dire a gran voce a tutti Voi GRAZIE, GRAZIE di cuore. L’art. 1 del nostro Statuto fra l’altro così recita … L’Associazione “Avis Comunale di Grotte”, Organizzazione di Volontariato OdV, è costituita tra coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente e anonimamente il proprio sangue. Voi questo primo articolo lo avete incarnato in toto, lo avete messo in pratica alla lettera, lo avete scolpito dentro di voi e lo fate con la più grande naturalezza, senza mai pensare al “do ut des” e cioè “dare oppure fare qualcosa per ricevere una contropartita altrimenti non do o non faccio niente”.

Questo costume non è il nostro.

NOI SIAMO UN’ALTRA COSA !

GRAZIE A TUTTI VOI !

Grazie per essere stati così numerosi, così silenziosi ed attenti durante tutti i lavori della giornata.

GRAZIE ANCORA !

Grotte, 29 febbraio 2020

   IL PRESIDENTE
  Pietro Zucchetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.